10 FEBBRAIO: IL GIORNO DEL RICORDO DEL MASSACRO DELLE FOIBE

ARTICOLI

IL TRENO DELLA VERGOGNA

a cura di Francesco Acierno della classe VBs

Uno degli episodi più tristi della nostra storia italiana sono state “Le Foibe; tra i vari risvolti che hanno caratterizzato questa drammatica vicenda ha trovato purtroppo spazio la migrazione degli italiani che abitavano le zone della penisola istriana e dalmata; in particolare  poco  si è parlato del cosiddetto “Treno della vergogna”.

Dimenticato per molto tempo, oscurato per motivi politici e economici, merita di essere ricordato un episodio in cui italiani hanno discriminato altri italiani, persone con la stessa lingua, cultura e storia.

LE FOIBE: UNA VERGONA STORICA, UN ORRORE PER L’UMANITA’.

del Prof. Salvatore Alaia

Credo che in questa sintesi del pensiero si possa cogliere il senso di una tragedia che, al pari di altri crimini perpetrati in danno  dell’umanità, merita di essere condannata e ricordata affinché queste vergogne non abbiano più a ripetersi.

FILM D’AUTORE

La città dolente di Mario Bonnard fu realizzato nell’autunno del 1948. E’ rientrato nella lista dei “100 film italiani da salvare”, progetto ideato dalle “Giornate degli Autori”, sicché la pellicola è stata restaurata nel 2008 dall’Istituto Luce in collaborazione con la Cineteca Nazionale e La Cineteca del Friuli e presentata lo stesso anno alla Mostra del Cinema di Venezia.

Al film, il più significativo sul tema degli esuli istriani, girato all’indomani dell’esodo che seguì il trattato di Parigi del 10 febbraio 1947 con cui si decretò il passaggio dell’Istria alla Jugoslavia, hanno collaborato Anton Giulio Majano, Aldo De Benedetti e Federico Fellini per la sceneggiatura e Tonino Delli Colli come autore della fotografia.

In occasione del giorno della memoria il film sarà visibile gratuitamente a partire dal 7 febbraio su www.adessocinema.it

GUARDA IL FILM…

Documentari di approfondimento:

Testimonianze dei sopravvissuti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *