Criteri per la deroga al limite delle assenze

 

PREMESSA

L’art. 14 del “Regolamento recante coordinamento delle norme vigenti per la valutazione degli alunni”, DPR n. 122 /2009, stabilisce che “ [] ai fini della validità dell’anno scolastico, compreso l’ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascun studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato”.

Le Istituzioni Scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali, motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Spetta, dunque al Collegio Docenti definire i criteri generali e le fattispecie che legittimano la deroga al limite minimo di presenza. Tale deroga è prevista per casi eccezionali, certi e documentati (C.M. n. 20 del 4/3/2011 ).

L’orario annuale delle lezioni ha come riferimento il DPR 88-89/2010; il monte ore annuale è riferito a 33 settimane di scuola.

Il prospetto seguente indica il monte ore annuale per indirizzo di Studio:

 

Liceo Scientifico

      opzionedelle Scienze

       applicate              

Liceo Scientifico

Liceo Linguistico

Classi 1^ e 2^

891

Classi 1^ e 2^

891

Classi 1^ e 2^

891

Classi 3^, 4^ e 5^

1023

Classi 3^, 4^ e 5^

990

Classi 3^, 4^ e 5^

990

Liceo Artistico

Classi 1^ e 2^                 1122

 

Classi 3^, 4^ e 5^1155

 

 

Il Collegio dei docenti nella seduta del 27 ottobre 2020 e il Consiglio di Istituto nella seduta del 17 novembre 2020, hanno deliberato quanto segue:


 

 

CALCOLO DELLA PERCENTUALE DI ASSENZE
Art. 1
Tutte le assenze, incluse le entrate e le uscite fuori orario, sono annotate dai docenti sul registro di classe, caricate sul software AXIOS e sono sommate a fine anno scolastico.
Il numero di ore totale di assenza dello studente nell’anno scolastico è rapportato all’orario complessivo annuale previsto dallo specifico piano di studi, tenendo conto delle attività oggetto di formale valutazione, intermedia e finale, da parte dei Consigli di Classe.
L’esito del raffronto deve collocarsi nel limite del 25%.
Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute ai sensi del successivo Art.6, comporta l’esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all’esame finale.
Art. 2
Solo per gli alunni neo arrivati in Italia assenze ed orario complessivo devono essere computati dal giorno di inizio frequenza.
Art. 3
Le ore di attività didattica extrascolastica quali uscite didattiche, visite d’istruzione, alternanza scuola-lavoro, stage, sono regolarmente riportate sul registro di classe, con relativa annotazione degli assenti a cura del docente.
Art. 4
Gli alunni diversamente abili seguono il loro progetto educativo personalizzato, con l’articolazione oraria individuale, così come prevista in sede di GLH operativo.

PROGRAMMI DI APPRENDIMENTO PERSONALIZZATI
Art. 5
Per gli alunni che in ospedale o luoghi di cura, seguono momenti formativi sulla base di appositi programmi di apprendimento personalizzati predisposti dalla scuola, tali periodi rientrano a pieno titolo nel tempo scuola ( art.11 DPR n. 122 /2009 ).

TIPOLOGIE DI ASSENZE IN DEROGA
Art. 6
Ai fini della sottoposizione a valutazione finale e della possibilità di accesso alla classe superiore, è richiesta una frequenza coincidente ad almeno il 75% dell'orario annuale personalizzato dello studente.
In caso di superamento del 25% di assenze, è possibile beneficiare di una deroga in una serie di circostanze, debitamente motivate e documentate, fornite contestualmente al rientro a scuola, peraltro sottoposte alla valutazione del Consiglio di Classe, quali:
 
1.    motivi di salute adeguatamente documentati (ricovero ospedaliero o cure domiciliari, in forma continuativa o ricorrente, malattie croniche certificate personali o familiari, terapie e/o cure programmate);
2.    donazioni di sangue;
3.    motivi familiari riconducibili a procedimenti giudiziari in atto, gravi lutti, trasferimento da Paesi stranieri;
4.    ricongiungimento temporaneo e documentato al genitore sottoposto a misure di privazione della libertà personale;
5.    partecipazioneadattivitàsportiveeagonisticheorganizzatedafederazioniriconosciutedal
C.O.N.I. ;
6.    partecipazione ad attività progettuali e a scambi culturali (rigorosamente documentati per mezzo di accordi e/o protocolli di rete e comunque approvati dalla Dirigenza a inizio anno scolastico);
7.    ragioni legate a motivi di disabilità psicofisica;
8.    adesione a confessioni religiose per le quali esistono specifiche intese con lo Stato italiano che considerano il sabato come giorno di riposo;
La deroga è prevista a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del Consiglio di Classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati.
Ai fini delle suddette deroghe, qualsiasi altra assenza, sia essa ingiustificata o giustificata, effettuata durante l’anno scolastico, verrà conteggiata ai fini della esclusione o inclusione nello scrutinio finale.












Liceo Statale "Enrico Medi"- via M. Teresa di Calcutta snc, 80033 Cicciano -NA
Cod. Mecc. Istituto: NAPS24000P - Codice Fiscale 84006420636 Tel. 0818248155 Fax.0818265949 
E-MAIL naps24000p@istruzione.it
PEC naps24000p@pec.istruzione.it






Powered by Prof. Raffaele Guadagni